Immagine di testata

Blue Flower

 

PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA

 

 

 


DA ONNA IL “FAGIOLO D’ORO” AL PARCO DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA

 


Nella serata di sabato 5 ottobre, ad Onna (AQ), nell’ambito della manifestazione “Il Sabato del Villaggio”, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga è stato insignito del premio il “Fagiolo d’oro” per «la qualità ed incisività dell’opera profusa nella custodia e valorizzazione delle produzioni agricole locali e nella identificazione e salvaguardia dell’agro biodiversità che ne caratterizza il territorio». Il premio è stato ritirato dal Direttore dell’Ente, Marcello Maranella, che lo ha significativamente dedicato agli agricoltori custodi del versante aquilano dell’area protetta che, aderendo al progetto “Cerere”, hanno avuto la lungimiranza di stringere con il Parco un patto ambientale a presidio del territorio e a difesa delle antiche varietà colturali a rischio di estinzione.

 

L’Ente Parco è grato alla Pro loco di Onna per la sensibilità dimostrata nei confronti dell’azione del Parco e segnatamente del progetto “Cerere”, oggi in procinto di essere esteso anche alle altre province del Parco, ed ha fortemente apprezzato la qualità della manifestazione “Il sabato del villaggio” per i suoi alti contenuti artistici e culturali, e per la grande partecipazione di personalità della politica e della cultura, accogliendo con soddisfazione il messaggio, di cui si è fatto interprete anche l’assessore provinciale Pio Alleva, che l’attribuzione del premio sia il segnale di una chiara positività di rapporti tra il Parco e le comunità locali, tanto più significativo perché proveniente da una realtà culturalmente contigua ma di fatto esterna al Parco stesso.

 

«L’attenzione per il territorio – ha ricordato Maranella - e la volontà di valorizzare le risorse locali, come le produzioni tipiche e le pratiche agricole tradizionali sono lezioni di valore universale e pertanto l’Ente Parco è felice di potersi fare latore di messaggi e percorsi virtuosi, a tutto vantaggio del territorio e delle nuove generazioni».

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna